Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

20 Cose da vedere a Valencia

Una guida con consigli utili alle 20 cose da vedere e fare a Valencia di mattina e sera in 1, 2 o 3 giorni.

Valencia è a meno di due ore da Madrid, il che la rende perfetta per un weekend o come tappa facile di un itinerario in treno in Spagna. Questa è la capitale della regione di Valencia e la terza città più grande della Spagna (dopo Madrid e Barcellona), con una popolazione di 800.000 abitanti in città e 2 milioni nell’area metropolitana.

Valencia parla la sua lingua, il valenciano . A tutti gli effetti, la lingua è la stessa del catalano, che si parla in Catalogna. Scendi più in basso lungo la costa orientale e incontrerai la regione di Valencia, il luogo di nascita della paella e dell’ horchata e sede del famoso festival Las Fallas a marzo.

Se rimarrai a Valencia solo per pochi giorni e vuoi sfruttare al massimo il tuo viaggio, potresti prendere una Valencia Tourist Card. Disponibile con incrementi di 1, 2 o 3 giorni, ottieni trasporti pubblici gratuiti, accesso gratuito ai musei pubblici, sconti su altri musei e ristoranti e persino tapas e bevande gratuite! Scopri di più e ordina qui la tua Valencia Tourist Card .

E come nota finale, la maggior parte delle attrazioni economiche di Valencia sono all’aperto, perfette per il distanziamento sociale. Ovviamente, ricontrolla sempre gli orari di apertura prima di visitare le attrazioni, poiché gli orari sono molto soggetti a modifiche nell’attuale pandemia.

1. Visita la Città delle Arti e della Scienza

Città delle Arti e della Scienza-Valencia

Progettato dal famoso architetto valenciano, Santiago Calatrava, e Félix Candela, questo complesso culturale e architettonico è composto da sei edifici ultramoderni e un ponte strallato bianco.

Situato alla fine dell’antico letto del fiume Turia, la costruzione è iniziata nel luglio 1996, con il primo edificio inaugurato nel 1998 e l’inaugurazione finale solo nel 2009.

C’è così tanto da vedere e da fare nella Città delle Arti e della Scienza, che puoi facilmente passare mezza giornata lì e ancora non vedere tutto.

2. Come muoversi a Valencia

muoversi a Valencia

Una volta raggiunto il centro città è estremamente facile spostarsi.

Il cuore della città è percorribile e compatto. Noleggiare una bicicletta è un’opzione popolare in quanto Valencia è bike friendly e puoi effettivamente pedalare fino alla spiaggia attraverso i Giardini del Turia.

Come altre grandi città europee , anche Valencia dispone di un sistema di metropolitana facile da usare ed economico per spostarsi. È probabile che l’unica volta in cui avrai davvero bisogno di usare la metropolitana sia da e per l’aeroporto.

È preferibile camminare e andare in bicicletta poiché la maggior parte delle attrazioni sono vicine e potrai goderti i panorami e osservare le persone mentre vai da un luogo all’altro.

3. Visita i Giardini del Turia a Valencia

Giardini del Turia Valencia

I Giardini del Turia si trovano lungo l’antica via del fiume Turia, deviata per evitare le continue inondazioni di cui soffriva la città.

Attualmente è un parco urbano di oltre 9 chilometri, percorribile, che attraversa gran parte della città.

In tutto il parco ci sono 18 ponti di diverse epoche e stili.

Inoltre, lungo questo percorso, raggiungerai diversi musei e punti di interesse della città, come il Palacio de la Música, che ha bar e caffè, laghetti, un’area per bambini, ecc.

Una delle sezioni è Gulliver Park . Se vai con i bambini (beh, anche gli adulti si divertono molto), fai una sosta lì; ne vale la pena.

Al centro c’è una figura distesa di Gulliver di circa 70 metri, piena di scivoli e corridoi, attraverso i quali i bambini si arrampicano, come i lillipuziani nel libro. È totalmente gratuito.

A pochi passi c’è il Palau de la Música , con un programma annuale per gli amanti di quest’arte. All’esterno ci sono spianate dove piccoli pattinatori o calciatori esercitano i loro talenti.

4. Cosa mangiare a Valencia

mangiare a Valencia

Se hai fame, prendi qualcosa da mangiare ora. Come mai? Perché questa deliziosa sezione ti mostrerà i cibi e le bevande per cui Valencia è famosa .

Paella

Il piatto più popolare della Spagna deriva nientemeno che da Valencia. Gli appassionati di paella hard-core potrebbero obiettare con te che dovresti mangiarla solo lì, non da nessun’altra parte in Spagna. Ti consiglieremo qualcos’altro: se ti senti avventuroso, chiedi al tuo cameriere di aggiungere alcune lumache ( caracoles ) al piatto. Se l’idea di avere i molluschi sopra il riso non ti eccita, non preoccuparti. Ci sono altre aggiunte tipiche come l’aragosta o i carciofi.

Fideuà

Se sei già stato a Barcellona o hai intenzione di viaggiare da Barcellona a Valencia , potresti aver già provato questo piatto nella capitale catalana. Ma fideuà non viene dal Barcellona. Ha origine nella piccola città valenciana di Gandía. Fideuà è molto simile alla paella, con una grande differenza. Il primo combina noodles e frutti di mare, mentre il secondo usa sempre riso e propone opzioni vegetariane e di carne.

Arroz al Horno

Riso e carne è una combinazione popolare a Valencia. Oltre alla paella, l’ Arroz al Horno è un altro cibo tipico valenciano che utilizza questo mix. Pancetta, costolette di maiale, sanguinaccio si uniscono a riso, verdure e ceci in una fusione che stuzzica il palato.
Coca . Ti piace la pizza? Amerai le coca ! Queste focacce possono essere dolci o salate, con condimenti variabili. Esiste vegano, vegetariano, pesce, carne e ogni altra varietà immaginabile. Dobbiamo avvertire che i valenciani amano la coca molto più della pizza e potrebbero cercare di convincere che è migliore del suo “cugino” italiano.

All-i-pebre

Questa fantastica combinazione di anguilla in umido, patate, mandorle, aglio e peperoncino dà un’altra definizione alla parola deliziosa. Ma è anche piuttosto piccante. Quindi, o tieni birra e pane in giro per spegnere il fuoco che all-i-pebre può creare in bocca, oppure scegli un altro piatto.

Esmorzaret

L’ esmorzaret è un’antica usanza. Un tempo, per evitare le ondate di caldo di mezzogiorno, i lavori nei campi iniziavano presto. Ecco perché i lavoratori stavano già morendo di fame prima dell’ora di pranzo. Hanno ripreso energia con un “brunch” composto da olive, lupini e verdure in salamoia, seguito da un panino. I posti migliori per assaggiare questo tipico brunch valenciano in città includono Casa Guillermo, La Pascuala e Bar Marvi.

Bunyol

Se sei a Valencia a marzo, molto probabilmente vedrai l’affascinante festival di Las Fallas. Mentre ammiri i fuochi d’artificio e le gigantesche figure in giro per la città, fai il pieno di forze con alcuni buñuelos (o bunyol ). Questa deliziosa bontà che ostruisce le arterie è un impasto unto e fritto che diventa ancora più decadente se immerso in tazze di densa cioccolata calda.

Torrone

Delizioso, appetitoso, da far schioccare le labbra. Qualunque sia l’aggettivo che usi per questa dolce bontà che ha origine a Valencia, non renderà giustizia al torrone . La confezione di torrone a base di zucchero, miele, albume d’uovo e tostato con mandorle o altre noci invierà i tuoi recettori del gusto nel settimo paradiso del cibo. Garantito!

Horcata

Una bevanda molto popolare a Valencia è l’ horchata . La bevanda ha una sorprendente somiglianza con il latte, ma è fatta di chufas (noci di tigre). Oltre alle noci, la bevanda contiene anche acqua e un sacco di zucchero. La bevanda è così popolare tra la gente del posto che le hanno persino dedicato un intero museo. Visitare Alquería El Machistre è una delle cose più insolite da fare a Valencia .

Acqua Valenciana

Attenzione: l’acqua valenciana, come si traduce il nome, non contiene nemmeno acqua. È un cocktail infuocato che unisce gin, cava e succo d’arancia con cava, lo spumante spagnolo. La bevanda alcolica risale al 1959 e da allora non ha perso la sua fama.

4. Visita il Museo delle Belle Arti di Valencia

Museo delle Belle Arti di Valencia

Il Museo delle Belle Arti di Valencia è una vasta galleria d’arte. Ospita circa 2.000 opere, tra cui capolavori come I bambini che giocano di Goya , San Giovanni Battista di El Greco , un autoritratto di Diego Velázquez e la Pala d’arte di Gonzalo Pérez.

5. Visita il Museo Nazionale della Ceramica e delle Arti Suntuarie González Martí

Museo Nazionale della Ceramica e delle Arti Suntuarie González Martí

All’interno di questo famoso museo valenciano, troverai elaborate collezioni di ceramiche, in particolare ceramiche valenciane. Puoi anche ammirare porcellane e altre arti decorative, inclusi mobili, arte tessile e costumi tradizionali.

6. Visita Città Vecchia a Valencia

Città Vecchia Valencia

Composto da cinque quartieri, il centro storico (Ciutat Vella) è l’ideale per immergersi nell’atmosfera vivace di Valencia. Le attrazioni in questo angolo storico della città includono la suggestiva Cattedrale di Valencia, il Mercato Centrale e vari musei imperdibili.

7. Visita il Bioparco di Valencia

Bioparco di Valencia

Il Bioparco di Valencia è uno zoo straordinariamente stupendo. Hanno fatto di tutto per creare habitat belli e realistici per gli animali e potresti ritrovarti a scattare tante foto del paesaggio quante sono gli animali. Non è un enorme zoo, il che è ottimo per le gambe che si stancano facilmente. Pianifica di trascorrere tra le due e le quattro ore lì. Il parco vieta di introdurre cibo dall’esterno. Faranno delle eccezioni per i bambini molto piccoli, ma se porti un picnic, dovrai lasciarlo all’ingresso. La stazione della metropolitana più vicina è Nou d’Octubre.

8. Lancia i pomodori a La Tomatina

La Tomatina Valencia

Iniziato nel 1945, questo festival si tiene l’ultimo mercoledì di agosto nella vicina Buñol. La Tomatina è un’epica lotta del pomodoro di un’ora che attira oltre 20.000 persone nella piccola città (solo 10.000 persone vivono nella città stessa). Durante il festival vengono utilizzati oltre 360.000 libbre di pomodori. È il festival più incredibile a cui sia mai stato!

9. Attraversa il ponte di Calatrava di Valencia

ponte di Calatrava Valencia

Questo è stato progettato dal figlio più famoso di Valencia, Santiago Calatrava, che ha anche progettato la Città delle Arti e delle Scienze, l’Hemisferic e l’Umbracle. È un ponte molto moderno e dall’aspetto ultra-cool che vale la pena vedere da vicino. Non c’è molto da fare qui, ma non puoi visitare la città senza attraversarla e scattare qualche foto.

10. Visita la Cattedrale di Valencia

Cattedrale di Valencia

Nell’VIII secolo, la moschea Balansiya sorgeva su questo sito. Fu solo nel XIII secolo che fu costruita l’attuale cattedrale in stile gotico, che richiese quasi due secoli per essere completata. Oggi, la cattedrale ospita un ornato Santo Calice considerato da alcuni l’attuale Santo Graal. Il calice risale al I secolo ed è stato utilizzato da vari Papi nel corso dei secoli. Sono 8 EUR per visitare la cattedrale e il museo (inclusa un’audioguida) e altri 2 EUR per salire sul campanile ottagonale (noto come “Miguelete”).

11. Visita il mercato di Colon

mercato di Colon Valencia

Cosa c’è di meglio che mangiare in un mercato rionale? Mangiare una gustosa paella in un vecchio mercato modernista e bellissimo.

Dirigiti al mercato di Colon, una delle restanti opere principali dell’Art Noveau valenciano.

Con una bella atmosfera e una gigantesca zona senza aria fresca, questo vecchio edificio ti delizierà.

Prenditi il ​​tuo tempo e ordina una birra. Nel caso in cui tu voglia andare a mangiare lì durante il fine settimana. Si consiglio di provare a prenotare in anticipo.

12. Visita il Mercato della seta di Valencia

Mercato della seta Valencia

Oggi una delle principali attrazioni turistiche di Valencia, il mercato della seta o Lonja de la Seda, è uno dei principali monumenti della città e un capolavoro dell’architettura gotica.

Il mercato della seta era il luogo in cui si effettuava lo scambio della seta e altri mestieri nella città di Valencia. Anche se non puoi più fare trading all’interno dell’edificio, l’edificio stesso è molto bello. Assomiglia a vecchi castelli medievali.

Scatta una foto con le colonne a spirale, che sembrano corde di una nave, passeggia nel cortile degli aranci o semplicemente gioca con la silhouette e le luci all’interno dell’edificio.

La sagoma della Lonja e la sua facciata principale, che si affaccia sulla storica Plaza del Mercado, è uno degli angoli più attraenti e architettonicamente importanti di Valencia.

13. Visita la Fiera Feria de Julio

Fiera Feria de Julio Valencia

Se avete la fortuna di trovarvi a Valencia in luglio, dovete assolutamente visitare la Feria de Julio. Questa fiera di luglio vede le strade della città prendere vita ed è un pilastro della città sin dalla fine del XIX secolo. La festa è cresciuta nel corso degli anni fino a diventare una delle più grandi celebrazioni cittadine di Valencia, e incorpora molti eventi diversi sia di giorno che di notte. Forse il più famoso è la battaglia dei fiori che si svolge ogni anno, ma il festival è anche un luogo ideale per provare gustose tapas, assistere a concerti dal vivo, degustare vino spagnolo e stare insieme agli spagnoli che si godono un po’ di svago all’aria aperta. I festeggiamenti si protraggono fino a tarda notte e i giovani della città restano fuori fino al mattino. Se avete l’energia per stare al passo, dovete partecipare a questo emozionante festival durante la vostra visita a Valencia.

14. Visita un Pub Crawl

Pub Crawl Valencia

In Spagna i ristoranti restano aperti fino a mezzanotte e i locali spesso lo sono fino al sorgere del sole. Se il tempo a vostra disposizione per visitare Valencia è limitato e avete bisogno di un modo semplice per vedere alcuni dei migliori locali notturni della città, prendete in considerazione un pub crawl organizzato. Questi divertenti tour vi porteranno a fare il giro dei bar in alcuni dei quartieri più interessanti di Valencia, e sono anche un ottimo modo per incontrare altri viaggiatori e divertirsi. Le guide esperte vi informeranno su tutti i posti migliori in cui vivere la vita notturna di Valencia e, se troverete un locale preferito, potrete sempre tornare quando vorrete ed esplorarlo ulteriormente. Dopo aver bevuto qualche calice di vino locale, scoprirete che a Valencia è molto facile fare amicizia.

15. Visita il Porto di Valencia

Porto di Valencia

A circa 30 chilometri (18 miglia) da Valencia si trova la città costiera di Sagunto. Era un insediamento sia iberico che romano e ha ancora diversi siti storici da esplorare, tra cui un castello che domina la città, un teatro romano pesantemente restaurato e le mura della città che risalgono all’occupazione islamica. C’è un museo di storia qui e una sala espositiva in cima al castello. La città ha anche delle belle chiese da ammirare. L’autobus per Sagunto impiega circa 30 minuti e costa 2 EUR.

16. Visita le torri di Valencia

torri di Valencia

Oltre alla torre Miguelete della cattedrale, ci sono altre due torri da vedere a Valencia, che costituiscono entrambi alcuni degli unici resti dell’antica cinta muraria (il muro aveva 12 torri ma fu demolito nel 1865). C’è la Torre Gotica dei Serrani o Torre Serrano, costruita alla fine del XIV secolo. È uno dei monumenti meglio conservati di Valencia. L’altra torre è la Quart Towers del XV secolo che è stata utilizzata per una varietà di scopi nel corso degli anni, tra cui una prigione femminile e una prigione militare.

17. Visita la Chiesa di San Nicolás

Chiesa di San Nicolás Valencia

Se sei già sorpreso di sapere che c’è una “Cappella Sistina” a Valencia, aspetta di vedere di persona la Chiesa di San Nicolás.

Conosciuta anche come Parroquia de San Pedro Mártir y San Nicolás Obispo, questa chiesa parrocchiale cattolica fu costruita nel XIII secolo, completamente ristrutturata in stile gotico valenciano nel XV secolo e decorata in stile barocco alla fine del XVII secolo.

Tra il 1697 e il 1700 il soffitto di quasi 2000 m² fu dipinto da Dionís Vidal con la vita di San Pedro Mártir a sinistra e San Nícolás de Bari a destra.

Durante la guerra civile spagnola, 1936-1939, le cappelle furono distrutte e la chiesa fu trasformata in magazzino. Ma nel 2016 Iglesia San Nicolás è stata completamente restaurata e ha ritrovato il suo pieno splendore.

Iglesia San Nicólas è uno dei massimi esempi di convivenza tra architettura barocca e gotica a Valencia.

18. Partecipa alla Vita Notturna di Valencia

Vita Notturna di Valencia

Valencia ha molto da offrire agli appassionati di storia e agli amanti della cultura. Ma per un certo segmento di viaggiatori, la Spagna sarà sempre sinonimo di spiaggia. E data la posizione di Valencia sul Mar Mediterraneo, non sorprende che il lungomare della città possa offrire sabbia dorata, palme e tanto sole.

Se state cercando un modo per godervi la vita notturna di Valencia, non trascurate la spiaggia. La zona balneare di Valencia si anima di notte grazie alla presenza di numerosi beach club dove è possibile festeggiare sulle dune di sabbia e divertirsi ballando tutta la notte su una spiaggia mediterranea. Se preferite fare festa in un ambiente più naturale fuori dal centro città, avete molte opzioni. Il Marina Beach Club, ad esempio, è uno dei club più famosi della città. Di giorno, potete prendere il sole sui lussuosi lettini o godervi l’unico bar a bordo piscina della città. Di notte, il Marina Beach Club si trasforma in una vivace discoteca che ospita una selezione a rotazione di DJ locali e internazionali, rendendolo uno dei luoghi migliori per fare festa e vivere in prima persona la vita notturna di Valencia. Il Marina è solo uno dei locali che troverete vicino alla spiaggia quando visiterete Valencia.

19. Visita il Centro archeologico di Valencia

Centro archeologico di Valencia

Questo centro archeologico di Almoina non è solo per gli appassionati di storia. È vero, è molto ricco di tesori archeologici, ma è ben presentato.

Questo centro condivide la comprensione e l’interpretazione del mondo preistorico. Ha anche fondazioni e reperti romani e islamici.

Sarai in grado di vedere dalle dimensioni relative delle varie specie umane, una bella presentazione e descrizione dell’arte rupestre, a una grande illustrazione della fabbricazione di utensili in pietra. Camminerai (con solo un pavimento di vetro tra le rovine e i tuoi piedi) attraverso il crocevia romano.

20. Visita l’Arena dei tori

Arena dei tori Valencia

Anche se non lo supportiamo, bisogna citare l’arena di Valencia. Come mai? Perché è l’arena di prima classe in Spagna ed è ancora parte della cultura.

L’arena di Valencia ospita la programmazione di eventi più importante a livello internazionale. È anche uno dei Monumenti più popolari e rappresentativi della città.

Se sei curioso della corrida, c’è un museo all’interno. Con un piccolo biglietto d’ingresso è possibile accedere all’arena e al museo. Sarai in grado di camminare intorno all’arena e dare un’occhiata dall’area salotto.

Tra tutti i luccicanti costumi tradizionali e gli oggetti usati negli spettacoli (che non ti ci vorrà molto per vederlo) troverai anche un video sui tori e il suo processo dalla vita alla morte.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

20 Cose da vedere a Valencia, Attrazioni Imperdibili da visitare