Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

10 Cose da vedere a Roccaraso

Una guida dettagliata alle 10 cose da vedere e fare a Roccaraso di mattina in estate e in inverno.

Roccaraso è compresa nel Parco Nazionale della Majella e si trova nel mezzo dell’ altopiano delle Cinquemiglia. Il paese per molto tempo è stato cento nevralgico del commercio tra le due Italie. Infondo il pensiero di Roccaraso e inconsciamente collegato alla neve, ma questo incantevole luogo ha anche molte altre qualità, come: le tante esplosioni di fiori primaverili, il sole che avvolge i suoi. magnifici altopiani e i tanti colori che genera l’autunno, tutto ciò e un meraviglioso regalo della natura che non vorrai perdere assolutamente, soffermandoti solo al periodo invernale. Se vuoi un’ esperienza a tutto tondo di questi magnifici luoghi, le guide del posto organizzano diverse escursioni a cavallo, durante le quali è possibile ammirare animali del posto e splendidi paesaggi. Per i più dediti al relax, possiamo scorgere diverse occasioni di intrattenimento anche all’ interno del paese, infatti, in piazza e sopratutto la sera, vi sono svariati eventi di origine sportiva o culturale. Se poi ci si vuole divertire con amici o fidanzata/o  allora il palaghiaccio è sicuramente il posto giusto.

Scopri le attrazioni e i paesi da visitare vicino a Roccaraso

1. Visita le piste sciistiche di Roccaraso

piste sciistiche di Roccaraso

La ben attrezzata località comprende Aremogna-Montepratello, con 30 modernissimi impianti di risalita e 110 km di discesa . Le piste da fondo , lo snowboard park , la possibilità di fare escursioni sugli sci e l’ arena per l’hockey su ghiaccio , il tutto inserito in uno splendido ambiente naturale, rendono la vacanza completa e indimenticabile. Le ottime dotazioni alberghiere e commerciali, i centri estetici e benessere, e le infinite possibilità di divertimento assicurano una vacanza attiva all’insegna della rigenerazione psicofisica e del relax. Tale è impreziosita dalla vicinanza degli incantevoli paesi di Rivisondoli e Pescocostanzo .

2. Visita Campo Felice

Campo Felice Roccaraso

Fondato negli anni ’60, Campo Felice è un noto centro sciistico , frequentato sin dai suoi esordi da sciatori prevalentemente romani. Campo Felice è 16 km di piste che soddisfano tutti i gusti ; vanta anche dislivelli che superano i 1.970 piedi. Qui gli sciatori possono attraversare due versanti differenti : dall’Altopiano delle Rocche , o Altopiano delle Rocche (comprende Rocca di Mezzo, Rocca di Cambio e Ovindoli) a quello di Campo Felice (Tornimparte); inoltre, dal Monte Rotondo vale la pena ammirare il suggestivo panorama delle montagne abruzzesi, ammirando il suggestivo panorama delle cime del Gran Sasso, della Majella e del Velino.

3. Noleggia l’attrezzatura sciistica a Roccaraso

Noleggia 'attrezzatura sciistica a Roccaraso

Hai voglia di sciare e dimenticare tutto nella tua prossima vacanza invernale? Il comprensorio sciistico Roccaraso ha diversi pacchetti all inclusive tra cui scegliere! Al comprensorio sciistico di Roccaraso tutto è stato pensato per rendere le cose più facili agli sciatori appassionati che possono concentrarsi su una sola cosa: gli sport sulla neve! Non c’è bisogno di fare la fila ogni giorno per l’abbonamento prima di dirigersi verso le piste: acquista invece uno dei convenienti ed economici skipass settimanali di Roccaraso. Ti permetteranno di scendere sulle piste 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per tutto il tempo che desideri. Roccaraso permette di praticare tutti i tipi di sport invernali: sci di fondo e alpino, snowboard, slittino e ciaspolate! E non preoccuparti se non hai portato la tua attrezzatura: i noleggi sci di alta qualità sono disponibili direttamente nel nostro negozio. Il resort offre una vasta gamma di sistemazioni oltre le piste, dai semplici appartamenti arredati alla pensione completa in hotel. Quanto ai ragazzi, Roccaraso si occupa di tutto. Possono iscriversi alla scuola di sci o partecipare alle attività per bambini. Dopodiché, tutto ciò che devi fare è lasciare che i bei tempi scorrano!

4. Visita il borgo di Roccaraso

borgo di Roccaraso

Questo è un paese non troppo grande, dolce e pulito. C’è un grande parco curato e diverse aree con giochi per i bambini.
L’altitudine nella tenuta permette di godere di una temperatura molto buona.
Consigliato una visita al Monte Zurrone distante pochi minuti con l’auto dal centro di Roccaraso.

Prima del 1943 era un paesino con  architettura tipica del centro sulmonese con portali ad architrave con stemma di famiglia e balconi con ringhiera bombata. Oggi è stato tutto ricostruito al fine turistico. Alberghi sopra la rocca dell’antica torre del castello, la chiesa dell’Assunta senza stile…si salva la chiesa di San Rocco. La passeggiata dello struscio di via Roma, Piazza del Municipio, salita alla chiesa dell’Assunta, sono queste le zone che compongono questo piccolo borgo.

5. Visita il Parco Nazionale del Gran Sasso

Parco Nazionale del Gran Sasso

Questo parco, fondato nel 1991 è il terzo Parco Nazionale d’Italia per estensione territoriale, una delle zone protette più grandi e visitate d’Europa. Qui le meravigliei della natura convivono da millenni insieme ad un importante patrimonio culturale. Il parco si estende su una superficie di circa 141.341 ettari di terreno prevalentemente montuoso, comprendente il massiccio del Gran Sasso e dei Monti della Laga , situato poco a nord di esso, lungo la dorsale orientale dell’Appennino Centrale. Vecchi borghi, zone archeologiche e molte altre strutture, caratterizzano le splendide viste del Parco, eccezionalmente ricco di natura e boschi , sorgenti, cascate , pianure, altopiani , creste vertiginose e pareti rocciose. Una risorsa immensa da valorizzare e tutelare . Essenziali sono anche i suoi prodotti artigianali locali, la sua gastronomia e folklore. Vi invitiamo caldamente a visitare l’ambiente naturale e a viverne i paesaggi attraverso percorsi insoliti alla scoperta di uno dei posti più belli del Belpaese.

6. Visita Sulmona

Sulmona

Sulmona si trova nel centro Abruzzo, sul Parco nazionale della Majella ed è ben conosciuta  a livello mondiale per i suoi magnifici confetti. Questa città ti accogli con delle porte imponenti, dopo queste possiamo subito scorgere una delle piazze più grandi di itali che è Piazza Garibaldi. Qui possiamo visitare La basilica di San Filippo Neri e di Santa Ciara, dove si può far visita ad una pinacoteca che fa parte di una bella legenda. Infatti si narra che è qui che ha avuti inizio la produzione dei famigerati confetti di Sulmona, proprio per merito delle Clarisse. Un alta attrazione molto di spicco è l’ acquedotto  medievale, del mille duecento cinquantasei fondato da Federico II di Svevia. Il nostro percorso può andare avanti con una visita alla basilica di San Rocco, la chiesa e cattedrale di San Panfilo, la chiesa di San Francesco e il bellissimo complesso dell’ Annunziata.

Fin qui niente di strano. O meglio, niente che non si possa prevedere di trovare in una provincia brulicante di tanti paesini che corrispondano fedelmente alla descrizione. Eppure, questo particolare borgo ha qualcosa di diverso.

Cos’è quel qualcosa? Un favoloso festival che ha reso Aielli uno dei borghi della street art più sorprendenti d’Italia . Creato nel 2019, Borgo Universo ha contribuito a valorizzare questo piccolo gioiello della Marsica.

Il risultato è una fantastica galleria a cielo aperto. Passeggia nel centro storico, con le facciate di case ed edifici ricoperte di fantasia di forme, colori e parole, e ritrovati in un altro universo, una dimensione dove la street art dona un nuovo significato alla storia e al tempo.

7. Visita Campo Imperatore

Campo Imperatore Roccaraso

Campo Imperatore , quindi, fu in realtà la prima stazione sciistica nata nell’Appennino ; si trova ai margini dell’omonimo altopiano che è adombrato dalle cime del Gran Sasso. Tra le zone più fredde d’Italia, è caratterizzata da consistenti nevicate da novembre ad aprile . Mentre d’estate è raggiungibile da diverse strade percorribili, d’inverno è più agevole prendere la funivia che collega Campo Imperatore al Comune di Assergi .

Le piste che compongono questa stazione sciistica possono estendersi per 15 km e sono servite da quattro diversi impianti di risalita . Sono inoltre disponibili trentasette miglia di pista di sci nordico , oltre a aree per lo snowboard e uno snowpark .

8. Visita Prato Selva e Prati di Tivo

Prato Selva Roccaraso

Sul versante opposto del Gran Sasso (in provincia di Teramo), Prato Selva è una località sciistica più piccola, a 1.500 m di altitudine, che accoglie gli amanti dello sci in alcune delle discese più lunghe del massiccio del Gran Sasso.

Questi lunghissimi pendii, dolci e variegati, sono ideali per il loro innevamento, anche se sono inondati di luce dal tramonto all’alba. Soprattutto i fondisti e gli alpinisti saranno felici qui , grazie ai sentieri sicuri e relativamente tranquilli.

Prati di Tivo (anch’esso in provincia di Teramo), è un altro vivace comprensorio sciistico, questo ai piedi della parete sud del Corno Piccolo. Gli impianti sciistici coprono 2,2 km di piste in discesa , affiancate da una pista da sci di fondo. Prati di Tivo è frequentata anche d’estate, ricca di itinerari di Scialpinismo e attrattiva per gli appassionati di escursioni e trekking in montagna.

9. Visita L’Aquila

L'Aquila Abruzzo

Venire all’Aquila ha un sapore agrodolce. Non è un’esperienza che lascia indifferenti. In effetti, non è come viaggiare in qualsiasi altra città d’arte italiana.

Il riferimento, ovviamente, è al terremoto del 2009 , le cui ferite sono ancora oggi ben visibili. Tuttavia, visitare L’Aquila in questo momento particolare significa anche vedere rifiorire la bellezza.

Quella del suo famoso centro storico, ricco di chiese monumentali, piazze affascinanti ed estesi portici. Ma anche la bellezza indenne di un popolo che lentamente e con orgoglio sta riacquistando la sua quotidianità.

Passeggiando per il capoluogo abruzzese , ti imbatterai costantemente in cantieri, gru e maestranze. Tuttavia, molti spazi pubblici sono stati restituiti ai cittadini e, sebbene il tour possa essere alquanto alienante per ovvi motivi, chiamare con consapevolezza e tatto consentirà di riscoprire meravigliosi tesori . E aiuta a ricreare meritati bagliori di normalità.

10. Visita Aielli

Aielli Abruzzo

Un piccolo pezzo d’Abruzzo che non ti aspetteresti di vedere a solo un’ora di macchina da L’Aquila. Aielli è un delizioso borgo medievale che svetta a mille metri sul livello del mare. Si trova nel cuore del Parco Regionale Velino-Sirente ed è scenograficamente circondato da valli e montagne.

Fin qui niente di strano. O meglio, niente che non si possa prevedere di trovare in una provincia brulicante di tanti paesini che corrispondano fedelmente alla descrizione. Eppure, questo particolare borgo ha qualcosa di diverso.

Cos’è quel qualcosa? Un favoloso festival che ha reso Aielli uno dei borghi della street art più sorprendenti d’Italia . Creato nel 2019, Borgo Universo ha contribuito a valorizzare questo piccolo gioiello della Marsica.

Il risultato è una fantastica galleria a cielo aperto. Passeggia nel centro storico, con le facciate di case ed edifici ricoperte di fantasia di forme, colori e parole, e ritrovati in un altro universo, una dimensione dove la street art dona un nuovo significato alla storia e al tempo.

 

10 Cose da vedere a Roccaraso, Attrazioni e Paesi da visitare